facebook_2015_logo_detail

Implementare Facebook login in un’app iOS e PHP

Qualche mese fa parlavo con dei miei colleghi riguardo alla migliore tecnica per implementare il classico Login Facebook all’interno di un servizio tramite l’app iOS in modo sicuro.

La difficoltà più grande che abbiamo avuto è stata quella di capire quale migliore tecnica ci permettesse di sfruttare l’SSO in modo intelligente. In particolar modo c’erano due punti chiave:

  1. L’utente non deve rendersi conto di niente e ritrovarsi loggato/registrato
  2. Il servizio (quindi il CMS che gestisce l’anagrafica utenti) deve registrare un  utente valido

Poi qualche giorno fa mi sono ritrovato a dover implementare OAuth e SSO su segnala.net e mi sono dovuto rimboccare le maniche per implementare quanto avevo descritto.

La situazione era questa: CMS Apache, PHP, MySQL e applicazione iOS (Swift).
Il CMS gestisce l’anagrafica e quindi se un utente deve accedere, prima deve loggarsi o registrarsi.

Nel CMS ho installato un server OAuth così da poter avere accesso alle API solo tramite autenticazione OAuth, poi ho iniziato a scrivere il codice che si occupa di gestire l’SSO.

La logica è descritta nell’immagine:

Logica SSO-OAuth per implementare il Facebook login

*[SSO Data] sono i dati richiesti per la verifica dell’accesso. Ad esempio con Facebook ho utilizzato il Token e lo User ID.

I passaggi logici sono questi:

  • L’app richiede a Facebook, tramite l’SDK, l’accesso. Facebook quindi mi passa il suo Token e lo user ID.
  • L’app quindi richiede tramite API al mio CMS l’accesso tramite questi due dati.
  • Il CMS accede quindi a Facebook tramite Graph e controlla che il token sia valido e che corrisponda allo user ID passato
  • Se tutto va a buon fine va a pescare l’indirizzo email dell’utente e qualche altra informazione necessaria ad una eventuale registrazione
  • Una volta presi i dati necessari va a controllare se esiste un utente registrato con l’email trovata
  • Se esiste crea un token di accesso e lo passa all’app
  • Se non esiste crea un nuovo utente con i dati Facebook, crea un token di accesso e lo passa all’app

Questa logica è applicabile ad ogni tipo di SSO Provider e mi è sembrata molto sicura sia dalla parte dell’app che da quella del server.

Se avete domande o suggerimenti commentate pure!

rendition1.img

Battlefield 1 – Parliamone

Chi mi conosce o ha capito che tipo sono saprà già che questo Battlefield 1 mi ha suscitato grandi emozioni e per me è Day 1 Sold.

Non voglio stare a scrivere le mie opinioni od altro ma giusto segnalare una cosa come reminder per quando avremo un po’ di video di gameplay.

Negli ultimi anni abbiamo visto le nuove generazioni di Battlefield approdare sulle console: Battlefield 3 e Battlefield 4.
Con questi due giochi abbiamo compreso cosa è in grado di fare Frostbite e le nuove dinamiche multiplay.

Poi c’è stato Hardline che ci ha dato modo di vedere ancora di più in fatto di modalità di gioco multiplay.

Dopo tutto questo c’è stata la deviazione di Star Wars Battlefront che hanno dato la possibilità di creare dinamiche di gioco molto differenti ma altrettanto divertenti.

Tutto questo mantenendo un po’ di effetto “Battlefield”.

Adesso una nuova direzione. Battlefield 1, dove il nome lascia intendere una nuova rinascita e anche il periodo storico e gli slogan ci fanno capire che dopo questo può esserci un nuovo rilancio della serie (WW1, WW2, “altre guerre passate come Vietnam e chissà cos’altro” fino a tornare alla guerra moderna).

Anche le nuove dinamiche promesse ci fanno intendere che qualcosa è cambiato. Sarà necessario un nuovo modo di giocare un FPS, è necessario viste le grandi novità.

Quindi è lecito aspettarsi un Battlefield con dinamiche più orientate a quello che abbiamo visto su Star Wars Battlefront piuttosto che su Battlefield 3/4.

Ecco, tutto qua :)

costituzione

Costituzione Italiana 3.0

Era molto tempo che non aggiornavo Costituzione Italiana. Ho voluto approfittare del cambio di linguaggio di programmazione (Swift) da parte di Apple per realizzare un’applicazione totalmente nuova.

Costituzione Italiana 3.0 quindi si aggiorna completamente. Ho riscritto ogni cosa, compreso il testo della Costituzione.
Adesso il motore è più snello e semplice da aggiornare, questo significa che in futuro potrete avere migliorie in modo più veloce.

Purtroppo abbiamo perso la compatibilità con la vecchia versione, ciò significa che i favoriti e le note non sono più compatibili.

Spero apprezziate il mio lavoro. Correte ad aggiornarla!

video1_large_2x

Apple Pencil

Oggi Apple ha rilasciato molti prodotti. Nessuno si aspettava un evento così consistente.

Uno dei prodotti che ha presentato è il nuovo iPad Pro e connesso ad esso ha presentato una nuova penna per disegnare, un Pencil chiamato per l’appunto Apple Pencil.

Subito si sono scatenate le ironiche parole di improvvisati esperti di marketing e improvvisati esperti di tecnologia. Simpatici, ma sappiamo tutti che il loro scopo è far parlare di sé. Il rovescio della medaglia è che queste persone parlano ignorantemente e quindi rischiano una pessima figura.

Quindi, queste persone affermano: “Steve Jobs disse che chi usava lo Stylus era uno sfigato e chi usava l’iPhone no ed adesso che hanno fatto il Pencil si danno la zappa sui piedi”

Intanto bisogna essere precisi. Ecco Steve Jobs, nel 2007, 8 anni fa:

Steve, pace all’anima sua, parlava del pennino che al tempo si utilizzava con gli smartphones dell’epoca.stylus
Lo schermo aveva una tecnologia che non permetteva l’uso delle dita in modo semplice (schermi resistivi) e quindi veniva usato un pezzo di ferro con un po’ di plastica. Una pennina, uno Stylus.

Era scomodo, lo si perdeva di continuo e si usava veramente male.

Quando venne presentato iPhone aveva una nuova tecnologia di schermi detti “capacitivi” che permettevano l’uso delle dita. Una rivoluzione, per moltissime cose, una delle quali finalmente l’abbandono di quel fastidiosissimo Stylus.

Oggi Apple presenta Apple Pencil. Una penna molto precisa in grado di poter per disegnare su uno schermo capacitivo come con una matita o un pennarello.

La notate la differenza vero?

Screen Shot 2015-08-29 at 12.45.35

Nasce il sito Valle Graziosa

Ciao a tutti!

E’ un po’ che non mi faccio sentire. Troppe cose da fare, troppo lavoro e troppa vita da vivere ;) Ma riprenderò presto.

Volevo comunicarvi che ho appena aperto un nuovo sito dedicato al mio paese natale Calci, in provincia di Pisa e si chiama vallegraziosa.com. Questo sito vuole raccogliere informazioni per i turisti e per i paesani, essere di promozione  per le attività del paese e di aiuto ai turisti.

Tutti i Calcesani (i paesani di Calci) possono partecipare alla sua crescita. E’ per il bene del paese.

Buona continuazione!